Bio

Cantautore, compositore e scrittore campano, Riccardo Ceres ha all’attivo tre dischi distribuiti in Italia e all’estero. Eclettico, dissacrante, definito dalla stampa «Cantautore Pulp», si rifà alla poetica dei vari Piero Ciampi, Paolo Conte, Tom Waits, con uno stile letterario personale, che ammicca alla Beat Generation americana.

Nel 1999 pubblica il suo primo EP con I figli della signora 44. Nel 2001 esce il suo primo disco Puro Stile Italiano. Nel 2003 si trasferisce a Roma e incontra il cinema; affronta un nuovo percorso artistico come compositore di colonne sonore e firma le musiche di film, cortometraggi e mediometraggi, tra i quali Quanta donna Vuoi, La Merendina Tropicale (che vince il premio internazionale Efebo d’oro ’05), Mistero e passione di Gino Pacino (premio internazionale Non solo Barocco ‘07 e premio della giuria al Kustendorf Film Festival ’08).

Nel 2008 Ceres vince il Rock Contest di Radio Popolare Firenze. Nel Marzo ‘09 esce il secondo album Riccardo Ceres in James Kunisada Carpante (Il Popolo del blues/Audioglobe), che riceve ottime critiche dal pubblico e dalla stampa nazionale e arriva alle fasi finali del Premio Sanremo Tenco. Nel 2010 firma la colonna sonora di Mozzarella Stories ( Bavaria/Rai/Emir Kustirica) e del documentario Come prima, più di prima mi amerò (RCcinema/RaiInternational).

Nel Novembre del 2012 esce E il mondo non c’è più, con cui inizia un nuovo tour (2012/13) dal titolo Se non si parte non si riparte che, con settantatre date, lo porta in giro per tutto lo stivale. Nel 2014/15 firma la musica di Perez (per cui riceve la candidatura al Globo d’oro come migliore colonna sonora), nel 2016 quella di Permesso di soggiorno, in uscita il 23 Marzo 2017. Nell’ottobre del 2018 SoundFly pubblica il suo quarto album Spaghetti Southern, il più importante della sua storia.

Parlando della sua carriera, in conclusione Ceres afferma: «…e comunque i curriculum non servono a niente. Se dico che so fare il pane, invitatemi a fare il pane, poi ne parliamo».